Starpizza Logo 2023
0.00
0
0.00 0 elementi

Nessun prodotto nel carrello.

Farina di insetti e la sua dicitura

Maggio 1, 2023
/

Introduzione

La farina di insetti sta guadagnando sempre più popolarità come ingrediente alimentare alternativo e sostenibile in tutto il mondo. A causa delle sue numerose qualità nutrizionali e del basso impatto ambientale associato alla sua produzione, si tratta di un’opzione sempre più interessante per il settore alimentare. In questo articolo, esamineremo le caratteristiche di questa farina, il suo valore nutrizionale e la dicitura necessaria per la sua commercializzazione.

La farina di insetti

Questa farina è un ingrediente alimentare derivato dalla macinazione di insetti essiccati, solitamente grilli, cavallette, bachi da seta o larve di mosca soldato nera. Questa farina viene utilizzata in una varietà di prodotti alimentari, tra cui snack, barrette energetiche, panificazione e pasta, così come in prodotti proteici alternativi.

Valore nutrizionale

Uno dei principali vantaggi di questo tipo di farina è il suo alto contenuto di proteine, che può variare dal 50% al 80% a seconda della specie di insetto utilizzata. Inoltre, la farina di insetti è una fonte importante di aminoacidi essenziali, acidi grassi, vitamine e minerali. Gli insetti forniscono anche una fonte di fibra alimentare grazie al loro contenuto di chitina, un polisaccaride presente nel loro esoscheletro.

Sostenibilità

La produzione di questa farina ha un impatto ambientale significativamente inferiore rispetto alla produzione di fonti proteiche tradizionali, come la carne bovina, suina o di pollo. Gli insetti richiedono meno acqua, terra e cibo per produrre la stessa quantità di proteine e producono una quantità inferiore di gas serra. Inoltre, gli insetti possono essere allevati su sottoprodotti organici, riducendo ulteriormente il loro impatto ambientale.

Farina di insetti: l’importanza della dicitura e dell’etichettatura corretta

Come dicevamo pocanzi ,questa farina sta guadagnando popolarità come fonte sostenibile di proteine. Tuttavia, per garantire la sicurezza dei consumatori e una corretta informazione, è fondamentale stabilire una dicitura adeguata per i prodotti a base di farina di insetti. Ecco alcuni aspetti chiave da considerare per un’etichettatura corretta:

  • Elenco degli ingredienti: La farina di insetti deve essere chiaramente indicata nell’elenco degli ingredienti, specificando il tipo di insetto utilizzato (ad esempio, farina di grilli, farina di larve di mosca soldato nera). Questo aiuta i consumatori a identificare facilmente i prodotti che contengono farina di insetti e a prendere decisioni informate sull’acquisto.
  • Informazioni nutrizionali: Le etichette dovrebbero includere informazioni dettagliate sul contenuto di proteine, grassi, fibre, vitamine e minerali presenti nella farina . Ciò consente ai consumatori di confrontare i valori nutrizionali della farina di insetti con altre fonti di proteine e di valutare se si tratta di una scelta adatta alle loro esigenze.
  • Allergeni: Gli insetti possono causare allergie in alcune persone, pertanto è importante segnalare la presenza di farina di insetti come potenziale allergene. Le aziende produttrici dovrebbero indicare chiaramente sulla confezione se il prodotto contiene allergeni comuni come crostacei, molluschi o acari della polvere, poiché le persone allergiche a questi alimenti potrebbero essere sensibili anche agli insetti.
  • Certificazioni e normative: L’etichetta dovrebbe includere informazioni sulle certificazioni e le normative che regolamentano la produzione di farina di insetti. Ciò può includere certificazioni di sostenibilità, di qualità, di sicurezza alimentare e di benessere animale.
Tag: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0.00
power-switch